enrico Ioculano

“La risposta alla mia interrogazione inizia con una arrampicata sugli specchi: ‘non sono state rilevate segnalazioni all’Urp in merito’, e la soluzione al disservizio prospettata dalla giunta Toti, quella di chiedere al Coni l’elenco dei tesserati che hanno difficoltà a prenotare per prenderli in carico, è tardiva: i disservizi non possono essere noti solo dopo le interrogazioni dell’opposizione, e solo dopo eventuali segnalazioni all’Urp. Gestire con responsabilità significa avere sotto controllo la situazione delle visite”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Ioculano dopo la risposta in consiglio all’interrogazione sulla difficoltà di prenotare le visite sportive agonistiche in provincia di Imperia. 

“Ad oggi la prima data disponibile per prenotare una visita sportiva agonistica è a marzo 2022, e così chi ha potuto si è rivolto al privato, e chi no, ha dovuto rinunciare. Una situazione che ricade sui ragazzi che senza quel certificato non possono fare attività sportiva. Non si può parlare di sostegno allo sport, di incoraggiamento a stili di vita salutari e funzionali alla socializzazione se si ostacola in questo modo l’accesso all’attività sportiva”.

Articolo precedenteCasinò: ospite ai Martedì Letterari il giornalista Mauro Mazza con il romanzo “Diario dell’ultima notte”
Articolo successivoRegione Liguria, Riolfo (Lega): “Realizzazione dell’Aurelia bis assoluta priorità per il Ponente ligure”