020720visita dipartimento immigrzione parco roja

Iniziata in questo momento un’importante riunione in prefettura che segue la visita, avvenuta questa mattina, di una delegazione del Dipartimento delle Libertà Civili e dell’Immigrazione del Ministero dell’Interno al centro per migranti in transito di Ventimiglia in zona Parco Roja.

Nella mattinata odierna, è giunta in questa provincia una delegazione guidata dal Prefetto Michele Di Bari, Capo Dipartimento. Erano presenti il Prefetto di Imperia Alberto Intini, dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, del Vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale, del Presidente della Provincia Domenico Abbo e del Sindaco delle città di confine Gaetano Scullino.

Il parco è al momento chiuso a nuovi ingressi, scelta seguita all’emergenza sanitaria coronavirus. Oggi pomeriggio si deciderà il futuro del campo che finora è stato un unicum a livello nazionale. Ha infatti normative differenti rispetto ai tanti centri Cas nel resto del Paese. Permette ad esempio di ospitare anche solo temporaneamente persone che non hanno già richiesto l’asilo, inoltre viene fornita un’importantissima assistenza legale per indicare quali vie legali hanno i migranti tra cui la richiesta di ospitalità da parte dell’Italia o il famoso ricongiungimento familiare.

Sul piatto della riunione che si sta svolgendo proprio in questi minuti c’è la possibile chiusura del centro, auspicata anche dall’amministrazione che lo scorso anno ne ha fatto motivo di campagna elettorale durante le amministrative 2019. Se si deciderà invece di mantenere aperta la struttura, con ogni probabilità, stando alle voce ancora non ufficiali, il campo verrà regolamentato con normative in linea con gli altri centri nel resto d’Italia.

La scelta che verrà presa oggi pomeriggio in Prefettura ha quindi una rilevanza fondamentale sia per la città di confine, sia per le persone che giungono a Ventimiglia con la speranza di oltrepassare il confine, sia per gli stranieri che ogni giorno vengono respinti dalla Francia e abbandonati sul confine italiano.

Al momento all’interno del centro sono presenti una quarantina di ospiti, ma almeno un centinaio di persone sono fuori, nelle aree circostanti, con conseguenti e ovvi disagi. Tra questi anche donne e bambini.

Al termine della visita il Prefetto Di Bari ha commentato: “Ho vista molta collaborazione istituzionale. Siamo tutti consapevoli che il problema esige risposte multiple e diversificate. Questo tema che da anni è sul tappeto qui a Ventimiglia non richiede ricette miracolistiche, ma risposte pragmatiche. Decisioni che sono sicuro troveremo oggi insieme.”

Nel video servizio di Riviera Time le interviste al Prefetto Di Bari, al sindaco Scullino, all’onorevole ventimigliese Flavio Di Muro (Lega) e alla responsabile del campo Marsha Cuccuvè.