La violenza contro le donne è tornata in maniera prepotente sulle prime pagine dei giornali. Prima la notizia del terribile stupro di Rimini, che sul finire dell’estate ha scosso l’opinione pubblica, poi il caso Weinstein, con decine di attrici che hanno denunciato molestie subite per accedere al mondo del cinema. Tutto questo all’interno di un contesto, quello italiano, che soffre della piaga della violenza domestica.

In questo quadro va inserita l’azione che la CGIL di Imperia ha deciso di portare avanti per contrastare il fenomeno.

Il primo passo lo si aveva avuto lo scorso 30 settembre, quando il sindacato era sceso in piazza anche per chiedere un cambio del linguaggio nel trattare l’argomento, evitando quell’attenzione morbosa sui particolari che non può fare altro che danneggiare la vittima.

Sabato prossimo, 18 novembre, sarà lo stesso segretario provinciale Fulvio Fellegara a metterci la faccia, prendendo parte in prima persona allo spettacolo teatrale “Uomini a nudo” – scritto da Monica Lanfranco – che vuole parlare di violenza sulle donne con le voci degli uomini.

Sarà poi la volta di un percorso di formazione, rivolto dapprima agli uomini della CGIL e poi all’esterno, con incontri nelle scuole. Un percorso per educare gli uomini al rispetto della donna.