uva

“Grazie all’impegno dei produttori nella messa a sistema di competenze e di filiere è nato il primo Consorzio di tutela per la Liguria del vino capace di valorizzare le produzioni liguri DOP Colli di Luni, Cinque Terre, Colline di Levanto e l’IGP Liguria di Levante. Una notizia di grande portata, caratterizzata dall’obiettivo di divulgare un’immagine specifica e concreta del territorio che trasmetta i valori, le tradizioni, i terroiri e le tecniche di vinificazione capaci di renderci unici e riconoscibili anche dal profilo della ricettività esperienziale. Il Consorzio è dunque volto a stimolare la conoscenza globale delle nostre eccellenze enoiche di altissima qualità. Allo stesso tempo è indice di quella necessità di rinnovamento utile a favorire una adeguata percezione dei consumatori e di un mercato internazionale sempre più attento all’heritage culturale e alla provenienza dei prodotti”.

Lo dice in una nota, a seguito dell’incontro con i fondatori del Consorzio di tutela per la Liguria del vino, il vice presidente e assessore all’Agricoltura, Marketing e Promozione Territoriale Alessandro Piana. II neonato Consorzio, per le sue attività, collabora con l’Enoteca Regionale della Liguria.

Articolo precedenteStasera Sanremo approva il bilancio di previsione. “Casinò, Amaie, Casa Serena le grandi ‘variabili'” dice l’assessore Rossano. Confermato il ristoro da 300.000 euro ai commercianti
Articolo successivoLiguria, pronto il piano faunistico venatorio: verso approvazione in consiglio regionale