Il fatto che sia stato un risultato combattuto fino all’ultimo è già di per sé una notizia. Il fatto che abbia vinto il ‘si’ rende il tutto ancora più clamoroso.

Il 53% dei votanti al sondaggio lanciato ieri da Riviera Time ha risposto positivamente alla proposta di fusione tra i comuni di Santo Stefano al Mare e di Riva Ligure. Il 14% di questi, però, non è convinto che sia un progetto realizzabile.

Il fronte del ‘no’ ha raggiunto invece il 47%.

Tuttavia, una piccola percentuale dei contrari (4%) ammette che ci vorrebbe più collaborazione tra i due paesi.

2.197 abitanti Santo Stefano al Mare; 2.910 abitanti Riva Ligure. La fusione porterebbe ad una cittadina di poco più di 5.000 abitanti: un numero ideale secondo la proposta di legge Lodolini (PD) che propone la fusione obbligatoria dei piccoli comuni.

Meno sprechi e servizi migliori sono i vantaggi che si verrebbero ad ottenere, ma siamo pronti a mettere da parte campanilismi e rivalità per il bene pubblico?

Nei prossimi giorni sentiremo i sindaci dei due comuni per capire cosa pensano del risultato.

 

Articolo precedenteFerrovia dimessa a Diano Marina, la proposta dei social: “Facciamo lì la ciclabile”
Articolo successivoViaggio nei sentieri di “Fischia il vento”