Nelle scorse settimane Riviera Time ha documentato, con immagini e interviste, la drammatica situazione in cui versa il Viale delle Palme di Arma di Taggia. I cittadini hanno affidato ai nostri microfoni tutto il rammarico per il degrado che ha colpito uno dei luoghi simbolo della Riviera ligure di Ponente. Il passaggio del punteruolo rosso ha devastato lo scenario e oggi rimane quasi nulla del Viale che fu.

Abbiamo poi sentito Franco Longo, vivaista ed esperto del settore, che ha spiegato come anche per le ultime palme presenti il destino sia ormai segnato e che per riqualificare la zona serviranno ingenti fondi, nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro.

Siamo andati allora in Comune a trovare il sindaco Mario Conio, per capire come la sua amministrazione intenda affrontare la questione. “Abbiamo avviato una fase di rilievo, per poi poter arrivare a una progettazione preliminare di riqualificazione. Lo dico senza esitazioni: per noi diventa l’opera pubblica principale. Al momento, tuttavia, non sussistono i fondi”.

Ma riqualificare la zona permetterà di riconsegnare al Viale l’aspetto di un tempo? “Temo che non sarà più possibile andare ad allocare delle palme. Non escludo un bando di concorso per stabilire quale alberatura piantare. Ma non sarà più il viale delle palme, sarà un altro viale”.

Dunque, ad oggi, i progetti del Comune per il Viale delle Palme sono ancora in una fase embrionale e, devono, comunque, fare i conti con la mancanza di risorse economiche. Quel che sembro certo è che le palme non saranno mai più l’elemento distintivo dello storico Viale di Arma.