video

Incontro oggi pomeriggio in Provincia tra i sindaci del Ponente ligure e il Prefetto Alberto Intini. Al centro della riunione le strategie per far uscire l’imperiese dall’isolamento, dopo il crollo del viadotto sulla A6 Savona-Torino e la chiusura parziale del tratto di A26.

Nella giornata di giovedì gli amministratori locali presenteranno al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti un documento unico contenente le richieste per interventi straordinari e immediati, quali un incremento dei treni in circolazione e un piano marketing che incentivi l’afflusso di turisti.

Siamo una Provincia dimenticata e soprattutto siamo un territorio isolato – dichiara il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri. “Quello che succede ci preoccupa fortemente, anche a livello turistico e imprenditoriale”. Sono molte infatti le aziende e le strutture ricettive del territorio messe in ginocchio dal maltempo di questi giorni e dai problemi legati alla viabilità stradale e autostradale.

Una soluzione immediata sembra essere quella di un potenziamento dei trasporti su ferrovia: “Se non c’è un progetto unitario che metta al centro le infrastrutture rischiamo di essere isolati e di non portare l’attenzione sulla nostra provincia – prosegue Biancheri. – Oggi abbiamo voluto lanciare un grido d’allarme e dire: dobbiamo concentrarci, che venga subito il Ministro delle Infrastrutture, che incontri i sindaci, ma che ci sia un impegno chiaro su quello che si vuole fare. Sono anni che sento parlare di Aurelia bis, di raddoppio ferroviario ma qua non solo non arrivano, si tolgono anche i collegamenti che ci sono. Adesso bisogna fare un giro di pagina, questo territorio deve essere raggiungibile, ci vogliono le infrastrutture e soprattutto la gente non deve aver paura di venire in Liguria”.

Il documento condiviso verrà presentato giovedì e gli amministratori locali chiederanno risposte chiare e concrete a Stato e Regione. Il piano marketing sarà legato alla questione delle autostrade, per lanciare una comunicazione positiva e incoraggiare i turisti a recarsi nelle località del Ponente ligure.