video

“Politica e Impresa: la responsabilità di essere competitivi”: è questo il tema centrale della tavola rotonda che ha caratterizzato l’assemblea provinciale 2019 di Confindustria Imperia. L’appuntamento si è svolta questa pomeriggio al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo.

Il tradizionale evento ogni anno propone un tema di riflessione da sviluppare grazie all’intervento dei relatori. Un’occasione per discutere sullo sviluppo del nostro territorio in un contesto sempre più globalizzato.

Dopo una coinvolgente esibizione dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo e i saluti istituzionali portati dal presidente del Casinò di Sanremo Adriano Battistotti, sul tema sono intervenuti il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, e il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti.

Al centro degli interventi la delicata tematica delle infrastrutture e dei collegamenti con il Ponente ligure.

“La Liguria è una delle grandi priorità del Paese. La dotazione infrastrutturale è fondamentale per il futuro partendo da questa Regione,” commenta il presidente Boccia. “Dopo la legge di bilancio è necessario aprire un dibattito serio. La Liguria e il Ponente ligure sono crocevia con l’Europa, il collegamento con Paesi fondamentali per una nazione votata all’export come l’Italia,” conclude. 

Della stessa opinione anche il presidente Toti: “Il ponente della Regione ha davanti prospettive importanti di crescita, ma occorre fornire a questo territorio le infrastrutture adeguate.”

L’assemblea si è anche incentrata sulle sfide che dovrà affrontare la provincia di Imperia senza scordarsi le radici economiche e imprenditoriali del nostro territorio.

A discuterne la neo presidente di Confindustria Imperia, Barbara Amerio, e il suo predecessore Alberto Alberti.

Quest’ultimo spiega: “Negli anni l’economia è cambiata. Ho iniziato la mia esperienza in Confindustria in un momento in cui l’edilizia era molto forte, mentre il turismo in crisi. Se devo fare un bilancio tutto sommato ora l’economia locale è più salda. L’edilizia ha visto una crisi ma ora abbiamo assistito a una tenue ripresa e la situazione si è assestata. Dall’altra parte abbiamo visto un grande incremento nel turismo e nell’agroalimentare.”

La presidente Amerio aggiunge: “Per il futuro dobbiamo guardare al mare. Cerchiamo di comprendere le grandi potenzialità della nostra offerta: porti protetti, tanti posti barca e tutto concentrato in 53 chilometri di costa. Servizi turistici di alto livello, un territorio unico dalla costa all’entroterra.”

Le interviste sono visibili integralmente nel video-servizio di Riviera Time.