È stata firmata ieri, da parte del Comandante della Polizia Municipale di Imperia Aldo Bergaminelli, l’ordinanza che ripristina in parte il doppio senso di circolazione in via Santa Lucia, a circa 4 anni dall’istituzione del senso unico da parte dell’ex sindaco Carlo Capacci.

La zona interessata dalle modifiche viabilistiche riguarda il primo tratto di via Santa Lucia, per permettere ai residenti di evitare il tragitto di circa 2 chilometri che dall’imbocco arriva a via Don Minzoni.

La questione è stata uno dei cavalli di battaglia durante la campagna elettorale del sindaco Claudio Scajola, che nei giorni si è recato nella via per un sopralluogo insieme all’assessore alla viabilità Antonio Gagliano e al comandante Bergaminelli.

Le principali modifiche viabilistiche riguardano quindi il ripristino del doppio senso di circolazione negli ultimi 450mt della via, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Giacomo Agnesi e l’intersezione con via Budamà I; l’istituzione del senso unico alternato nel tratto compreso tra l’intersezione tra strada Beralda e il civico 31. Divieto di transito invece per i veicoli con lunghezza superiore ai 7 metri e per quelli di peso superiori alle 16 tonnellate, ad esclusione dei veicoli del trasporto pubblico e di raccolta rifiuti.

 

L’ordinanza:

VIA SANTA LUCIA
Nel tratto compreso tra l’intersezione con via Budamà I e l’intersezione con via Giacomo Agnesi vengono confermate le precedenti ordinanze viabilistiche con le seguenti eccezioni:
1) nel tratto compreso tra via Budamà I (civico 66 di via Santa Lucia) e l’intersezione con via Giacomo Agnesi doppio senso di circolazione.
2) nel tratto compreso tra l’intersezione tra strada Beralda ed il civico 31 viene istituito un senso unico alternato con diritto di precedenza per i veicoli circolanti con direttrice di marcia da ponente a levante.
3) divieto di transito per i veicoli o complessi di veicoli aventi lunghezza superiore a metri 7,00 con esclusione di quelli del trasporto pubblico di linea urbana e di quelli del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e della raccolta differenziata.
4) divieto di transito per i veicoli di massa a pieno superiore a 16,00 tonnellate con esclusione di quelli del trasporto pubblico di linea urbana e di quelli del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e della raccolta differenziata.
5) i tratti di marciapiede ubicati in fregio all’edificio scolastico “ITIS Galileo Galilei”, tra il civico 31 e la centrale termica della scuola prima in prossimità dell’intersezione con strada Beralda e di fronte ai civici 1c e 13 vengono soppressi con imposizione del divieto di transito per i pedoni fino alla rimozione dei due manufatti ad opera del Settore Urbanistica – LL.PP e sosta parallela consentita ai veicoli che non eccedono dagli stalli.
6) nel tratto compreso tra l’intersezione con strada Beralda e il civico 87b divieto di sosta
permanente per tutti i veicoli.
7) nel tratto compreso tra l’intersezione con via Giacomo Agnesi e il civico 31 divieto di sosta permanente per tutti i veicoli.
8) di fronte al civico 1c vengono realizzati tre stalli paralleli riservati alla sosta dei motocicli e ciclomotori.
9) l’area ecologica per il posizionamento dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e per quelli della raccolta differenziata già ubicata all’altezza del civico 31 viene traslata nella rientranza successiva in adiacenza al muro di sostegno della scalinata.