video
05:32

Ultimo giorno di lavori sulle spiagge di corso Villaregia, a Riva Ligure, dove un anno e mezzo fa ha preso il via il maxi intervento da 4,4 milioni di euro per la messa in sicurezza della costa. Le opere di ripascimento e aumento della resilienza dei tratti costieri sono state interamente finanziate dal Piano Fondi della Protezione civile nazionale e hanno interessato l’area compresa tra il rio Caravello e il torrente Argentina.

“È stato un intervento lungo e difficile, l’intervento di lavori pubblici più importante della storia del nostro paese – ha commentato il sindaco Giorgio Giuffra. – Ci siamo ritrovati con delle condizioni di spiagge davvero poco decorose, con delle scogliere al posto delle spiagge stesse. Io ricordo, da bambino, Riva Ligure con una bellissima spiaggia di ciottoli: noi abbiamo cercato di ricreare quello che l’uomo aveva distrutto. Non è un lavoro che potrà essere apprezzato nella prossima estate ma nei prossimi anni”.

Per il ripascimento è stato utilizzato il materiale asportato dalla foce del torrente Argentina, nell’ambito dei lavori di escavazione interrotti dal rinvenimento dell’ordigno bellico inesploso. Per questo motivo, i lavori potranno dirsi completamente conclusi solo dopo il periodo estivo, quando le ruspe torneranno in azione per terminare il ripascimento dell’area cosiddetta ‘dei mammelloni’, in zona Prati.

“Immagino già le polemiche per il materiale impiegato ma sottolineo che è il materiale migliore per fare questo tipo di ripascimento, ampiamente verificato e controllato con tutte le indagini del caso. Dopo l’inverno e le mareggiate questo materiale sarà lavorato e ci ritroveremo una Riva Ligure più bella”, conclude.