Sono trenta gli stranieri irregolari di origine tunisina fermati ieri a Ventimiglia a seguito di un’operazione coordinata dalla Questura di Imperia che ha visto l’impiego di una sessantina di uomini tra poliziotti, carabinieri e finanzieri.

Privi dei documenti necessari, sono stati tutti trasferiti questa mattina a Genova in attesa del rimpatrio via aereo in Tunisia. Prima di giungere a destinazione, faranno scalo a Palermo per il necessario riconoscimento della nazionalità attraverso la c.d. “intervista consolare” con le Autorità tunisine.

Una parte di questi sono stati respinti dalle Autorità francesi dopo che avevano tentato di attraversare clandestinamente il confine.