polizia

La Polizia di Stato ha concluso le indagini sul tentato furto in un’officina del centro cittadino di Ventimiglia, avvenuto nella notte, all’inizio di ottobre.

Nonostante il reato non si sia consumato, gli investigatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno cercato di dare un’identità al suo autore, comunque capace di spaccare la serratura e le parti in vetro della porta d’ingresso causando costosi danni.

I poliziotti hanno scoperto che l’azione era stata compiuta da ben tre persone, tutte domiciliate nell’estremo ponente ligure; si tratta di tre giovani ragazze, di cui due minorenni domiciliate nell’area intemelia e una, appena maggiorenne, residente a Sanremo.

Come spesso accade sono state decisivi, dal punto di vista probatorio, alcuni fotogrammi di un sistema di video sorveglianza, individuati ed estrapolati durante le indagini di Polizia.

Tutte, messe di fronte all’evidenza dei fatti, hanno ammesso le proprie responsabilità e sono state indagate in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso in esercizio commerciale.

L’unica maggiorenne è stata deferita alla Procura del Tribunale di Imperia mentre per le altre due, appena di 17 anni, la Polizia ha trasmesso la segnalazione di reato alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Genova.

Articolo precedenteImperia: ripartono gli autobus dopo il vertice in Prefettura, ma il futuro di Rt rimane appeso allo sblocco delle somme pignorate
Articolo successivo‘Ultimo Tocco Gourmet SmartBox’: i food designer Mauro Olivieri e Paolo Barichella in corsa per il Compasso D’Oro 2022