Prosegue la serie di video con il candidato del centrodestra unito a Ventimiglia, Gaetano Scullino.

In questo nuovo servizio il candidato alla carica di sindaco ci parla della difficile questione dei migranti nella città di confine e della loro gestione.

“Purtroppo la nostra città di Ventimiglia non è ricordata perché è una città romana, per i Balzi Rossi, il nostro centro storico o per i giardini Hanbury. È invece ricordata perché invasa dall’immigrazione. Arrivano migliaia di persone che bivaccano per strada e nei giardini,” spiega Scullino.

Questo crea una diffusa sensazione di insicurezza. Ci sono persone che in alcune zone della città non escono perché hanno paura,” aggiunge.

La questione, secondo l’ex sindaco e candidato Scullino, è tutta incentrata su come è organizzata la gestione del fenomeno. “Da sindaco ho gestito 24 mila tunisini in 8 mesi e non è successo nulla. L’assistenza non si rifiuta a nessuno. Noi l’abbiamo fatto senza problemi.”

“Oggi c’è l’invasione e non va bene. Noi faremo in modo che tutto questo finisca, che il centro si chiuda per far tornare i ventimigliesi a vivere come è giusto che sia,” conclude.

 

Messaggio elettorale