polizia

La Polizia di Stato di Ventimiglia ha arrestato due cittadini stranieri a seguito della segnalazione di una violenta aggressione.

Ieri sera due volanti del Commissariato di Ventimiglia intervenivano in via V. Veneto per una lite, passata a vie di fatto, che si era sviluppata per futili motivi, poiché due cittadini marocchini avevano aggredito un uomo turco, titolare di regolare permesso di soggiorno, a seguito del suo rifiuto di acquistare dagli stessi una bicicletta.

La vittima, colpita anche con una sbarra metallica, riportava una lesione ritenuta guaribile in 7 giorni e, a sua volta, reagiva cagionando danni fisici agli aggressori.

Intervenute sul posto, le volanti individuano i due responsabili, K.A., un irregolare, e S.I., titolare di un permesso di soggiorno, entrambi marocchini.

Gli uomini, in stato di grave agitazione, si opponevano violentemente all’azione degli agenti.

I quattro operatori intervenuti, nonostante utilizzassero spray dissuasivi per neutralizzare la resistenza dei due individui, subivano delle conseguenze fisiche e riportavano delle prognosi di guarigione rispettivamente di 10 giorni, 4 giorni, 7 giorni e 10 giorni.

Nella mattinata odierna, in videoconferenza, è stato convalidato l’arresto di K.A. e S.I., mentre il processo è stato rinviato a settembre. È stata disposta la misura cautelare di divieto di dimora nella provincia di Imperia, mentre non è stato concesso il nulla osta alla loro espulsione, in attesa del processo.

Articolo precedenteAumentano traffico e stress sulle strade. Frattarola: “Vietato distrarsi, lotta contro l’uso degli smartphone alla guida”. Da lunedì otto nuovi agenti per l’estate 2021
Articolo successivoSotto la piazza: il passaggio ipogeo di Civezza