Polizia ferroviaria Ventimiglia

Un controllo di Polizia, effettuato ieri mattina nella stazione di Ventimiglia, è stato fatale per un 38enne di nazionalità algerina, senza fissa dimora sul territorio nazionale. La Polizia Ferroviaria, nell’ambito dei servizi svolti quotidianamente all’interno dello scalo FS della città di confine, ha identificato l’uomo nell’atrio principale della stazione. 

Dagli accertamenti successivi, a suo carico è emerso un Ordine di carcerazione emesso nel 2018 dalla Procura della Repubblica di Siena, contenente una condanna ad un anno e due mesi di reclusione. L’uomo è stato condannato per dei fatti risalenti al 2011, quando aveva aggredito con un cacciavite due operatori della Polizia Stradale di Siena che lo avevano sorpreso alla guida di un’autovettura sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Dopo aver informato l’Autorità Giudiziaria, il cittadino algerino è stato condotto nella Casa Circondariale di Sanremo.

Articolo precedenteRipresa contagi Covid: i sindaci Scullino, Gibelli, Biasi e Ingenito chiedono ai cittadini una “forte azione di sensibilizzazione verso i non vaccinati e rigorosa applicazione del green pass”
Articolo successivoCovid, Toti: “I dati di oggi ci dicono che il virus è tornato a rialzare la testa. Solo il vaccino ci permette di evitare chiusure”