“Dopo quasi due lunghi anni dal nostro insediamento, siamo giunti alla presentazione ufficiale da parte di MDC di un progetto ambizioso che prevedrà la realizzazione di altrettanti ambiziosi nuovi volumi sul fronte mare di Marina San Giuseppe, a monte del nuovo porto turistico”, commenta il sindaco Scullino in conferenza stampa per la presentazione del nuovo progetto fronte mare di Ventimiglia.

“Da subito abbiamo detto che chiunque venga a Ventimiglia ad investire è il ben venuto e oggi lo confermiamo, ma abbiamo da subito precisato che non vogliamo colate di cemento e speculazioni selvagge, pretendiamo investimenti che siano compatibili con gli obiettivi dell’amministrazione: al primo posto bellezza e salvaguardia dell’ambiente, sviluppo economico e occupazionale, incremento della capacità turistico ricettiva. Quando abbiamo sentito parlare di voler realizzare oltre 18mila metri quadrati in una zona incantevole come quella del nuovo porto abbiamo avuto i brividi, ci sono sembrati molti e in attesa di verificarne l’effettiva fattibilità sulla base delle leggi urbanistiche abbiamo richiesto in contropartita a disposizione di tutta la città:

  1. Un riequilibrio dei volumi complessivi, attraverso lo strumento delle varianti urbanistiche non si deve ottenere di creare dal nulla nuovi volumi ma si deve concedere di spalmarli diversamente all’interno della città; ci è stato concesso con la rinuncia a costruire civili abitazioni nella zona ferroviaria del Campasso di Nervia, ove avremo invece zone verdi, attività sportive, un centro studi e attività dedite all’arte, mostre e ogni attività che sia di rilancio della zona faunistica esistente;
  2. Un potenziamento incisivo e rilevante sulla ricettività turistica, alberghiera ed extra alberghiera; abbiamo chiesto che almeno la metà dei nuovi volumi fosse dedicata a consentire finalmente il rilancio economico turistico di Ventimiglia;
  3. Maggiori servizi nella zona, aree verdi e parcheggi, iniziando dalla riqualificazione di piazza costituente che deve essere liberate dalle macchine senza perdere i posti auto, realizzando nel sottosuolo un parcheggio; un collegamento funzionale con il centro storico, uno dei più belli della Liguria e rispetto dell’ambiente”.

“Non sarà facile – conclude – coniugare tutti gli obiettivi in gioco, aspettiamo che il proponente protocolli dopo oggi tutti i progetti e documenti e finalmente potremo verificare l’effettiva fattibilità di questa ambiziosa nuova idea di sviluppo di una città che dovrà essere a breve considerata una città accessibile a tutti, ospitale e bella, capace di offrire nuovi sbocchi di lavoro, un salotto in cui residenti e turisti riescano a godersi le bellezze che possiamo offrire”.

Articolo precedenteDue imperiesi agli Europei di calcio, designati Massa e Alassio
Articolo successivoBonus 110% per gli alberghi, Confesercenti Imperia: “Iniziativa che potrebbe rappresentare un vero volano”