pd imperia

In merito al mancato finanziamento del campo sportivo Morel il PD di Ventimiglia è intervenuto con una nota stampa in risposta al vicesindaco Simone Bertolucci.

“Si devono fare alcune doverose precisazioni, stante le inesattezze contenute nel comunicato del vicesindaco. Infatti, evidentemente perché troppo preso dalla gestione delle sue innumerevoli deleghe, ed impegnato a districarsi tra le varie anime di quel partito, la Lega, quanto mai diviso sulle sorti dell’attuale amministrazione, Il vicesindaco e “super assessore” Bertolucci, non ha avuto il tempo di approfondire le ragioni per cui il progetto di risanamento del complesso sportivo Morel, pur essendo finanziabile, non è stato finanziato.

Egli asserisce che la colpa sia da attribuire al Governo Conte bis affermando, testuali parole: “[…] La sorpresa è stata che il progetto è risultato ammesso al finanziamento, a dimostrazione dell’ottimo lavoro eseguito, ma non finanziato solo perché siamo un Comune del Nord Italia o meglio perché la decisione presa dai giallorossi del precedente governo Conte ha deciso di finanziare all’80% i comuni del sud Italia e solo al 20% quelli del centro Nord! Inoltre alla Liguria sono state riservate solo le briciole […omissis…]. Dispiace verificare come gli strascichi del Conte bis continuino ad arrecare problemi […]”.

Ebbene, caro vicesindaco, facciamo un po’ di chiarezza:

Il bando ‘Sport e Periferie’ 2020 metteva a disposizione un totale di 140.000.000 di euro, di cui:

  • 100.000.000 disponibili sul capitolo di bilancio 937 “Fondo Sport e Periferie” della Presidenza del Consiglio, senza vincoli di destinazione, con il quale sono stati finanziati, fino ad esaurimento delle risorse, i progetti più in alto in graduatoria.
  • 40.000.000 a valere sulle risorse provenienti dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (programmazione FSC 2014-2020) che dovevano essere distribuiti tenendo conto dei vincoli di destinazione previsti dalla disciplina relativa alla gestione del Fondo per lo sviluppo e la coesione “80% al Mezzogiorno e 20% al Centro-Nord”.

Ora, non occupando una posizione alta in graduatoria, ed essendo esaurite le prime risorse senza vincoli, il progetto è quindi risultato “Non Finanziabile per il riparto 80% Mezzogiorno-20% Centro Nord”.

Tale ripartizione di quote deriva però, non dal Governo Conte Bis, ma per colpa del Governo Berlusconi II, che con la Legge Finanziaria 2003, istituendo il Fondo per le Aree Sottoutilizzate (FAS) aveva stabilito all’Articolo 61 comma 10, “Per il finanziamento di nuovi contratti di programma, una quota pari all’85 per cento delle economie è riservata alle aree depresse del Mezzogiorno […omissis…] e una quota pari al 15 per cento alle aree sottoutilizzate del Centro-Nord”.

Successivamente, il Governo Letta, con la Finanziaria 2013 modificava tali ripartizioni portandole alle attuali 80% Sud e 20% Nord, penalizzando un po’ meno il Settentrione, cosa che aveva fatto invece la Lega al Governo nel 2003.

La invitiamo quindi a studiare meglio e di più, prima di raccontare palesi inesattezze.

Teniamo poi ad evidenziare, che l’ammissione al finanziamento è anche opera della precedente amministrazione poiché, come riportato nella delibera di Giunta del n. 195 del 08/10/2020, una parte del progetto “costituisce uno stralcio del progetto ‘Realizzazione opere accessorie struttura sportiva “S. Morel” via Peglia – Ventimiglia – approvazione nuova variante progetto esecutivo’ approvato con delibera di Giunta Comunale n. 263/2017”.

La invitiamo anche ad imparare a riconoscere il prezioso lavoro di chi l’ha preceduta”.

Articolo precedenteImperia: la nuova Dmo punta forte sul marchio Riviera dei Fiori, Benedetti “Proporremo ai comuni una prima bozza di interventi per il 2022 entro ottobre”
Articolo successivoI direttori centrali della Polizia di Frontiera franco-italiana visitano i nuovi uffici della ‘Squadra Mista’ a Mentone