Aveva ingoiato 100 ovuli che contenevano 10 grammi di eroina ciascuno. Il nigeriano, di 33 anni, è stato arrestato nei pressi della stazione di Ventimiglia a seguito dei controlli giornalieri della polizia di Stato.

Il nigeriano, residente in provincia di Benevento, ha attirato l’attenzione degli agenti che dopo un controllo, nel corso del quale hanno notato il nervosismo dell’uomo, hanno intuito che potesse nascondere dello stupefacente con la nota “tecnica” che consiste nell’ingoiare gli ovuli per evitare di essere scoperti durante il trasporto per poi evacuarli e rivenderli.

I poliziotti hanno accompagnato il nigeriano in ospedale per fargli fare una radiografia al torace. Gli esiti dell’esame hanno rilevato che l’uomo aveva ingerito 100 ovuli.

Nella mattinata di oggi l’arrestato è stato condotto nel carcere di Imperia mentre le indagini degli agenti continuano per accertare la provenienza e destinazione dello stupefacente.

Articolo precedenteGorlero a Riviera Time: “Porta a porta? Un bilancio di luci e ombre, ma sono le luci a prevalere”
Articolo successivoImperia, la Squadra Mobile arresta ladro recidivo