La sezione e il gruppo consiliare della Lega Ventimiglia vogliono esplicitare il loro punto di vista sull’ordinanza del Sindaco Scullino che disciplina l’orario di somministrazione alimenti e bevande, oltre all’intrattenimento musicale fino alle 24.
“Riteniamo che l’ordinanza sia oltremodo restrittiva, per di più in questo periodo di ripresa delle attività economiche post Fase2: impedire a bar e ristoranti di somministrare alimenti e bevande dopo le 24 e imporre che l’intrattenimento musicale non vada oltre il medesimo orario (in centro fino alle 23) rischierebbe di aggravare ulteriormente la situazione economica per i nostri operatori del settore commerciale – scrivono”.

“Il Vicesindaco Bertolucci, delegato al turismo e alle manifestazioni, già ieri ha espresso, anche a nome della Lega, le sue perplessità al Sindaco – proseguono. Bisogna riuscire a contemperare le esigenze di tutela della sicurezza e il diritto al riposo per i nostri concittadini, con le esigenze economiche di chi è stato colpito duramente dalla crisi economica dovuta al Covid-19. Di più, c’è da dare alla città un’immagine turistica e non solo commerciale, questa è la sfida del futuro. 

Siamo certamente preoccupati per la sicurezza dei nostri concittadini, soprattutto vista la nuova ondata migratoria che le politiche scellerate del Governo nazionale stanno compiendo, con evidenti ripercussioni sulla città di Ventimiglia, ma questo non può giustificare un coprifuoco indiscriminato ad inizio della stagione estiva.Servono invece più uomini delle forze dell’ordine, più controlli mirati, un’ incessante attività di trasferimento fuori dalla città di chi non ha titolo per starci, su questo aspettiamo e auspichiamo l’intervento del Governo. Riteniamo, pertanto, che il prima possibile si intervenga per far fronte alle criticità evidenziate da larga parte della cittadinanza, prime fra tutte le associazioni di categoria e gli operatori commerciali, tenendo presente che i locali che non rispettano le regole andranno sicuramente sanzionati, ma non a scapito di chi si è sempre attenuto fedelmente alle norme imposte dalle varie autorità”.

Articolo precedenteGiacomo Raineri nuovo vicepresidente di Fondazione Carige, ora è ufficiale
Articolo successivoCoronavirus: un ospedalizzato in più, ma tre positivi in meno in provincia di Imperia