Si attende da un giorno all’altro la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo che dia il via alla Zona Franca Urbana.

Il Sindaco Enrico Ioculano aveva già comunicato con soddisfazione il passo avanti della firma della Corte dei Conti ed ora dopo aver interloquito con Roma, è in attesa di sapere solo il giorno di pubblicazione del decreto, dal quale si evincerà l’impianto tecnico dell’intervento agevolativo.

Passi avanti, quindi, per un progetto su cui si lavora dal 2009 e sul quale l’amministrazione ha posto fin da subito un’attenzione particolare.

Il Sindaco Enrico Ioculano dichiara: “All’inizio del 2015 iniziamo a lavorare alacremente per riportare alla luce questo progetto e nel novembre 2015 ci rechiamo presso il Ministero dello Sviluppo, ricevuti dai responsabili  ZFU ministeriali e dalla delegata Ifel/ANCI al fine di ottenere ragguagli circa la futura definizione ed emanazione del decreto attuativo inerente le somme da destinare alla nostra ZF; richiediamo e visioniamo la bozza di decreto che avrebbe interessato il nostro Comune; nel mese di aprile del 2016, dopo un lavoro incessante riceviamo l’attesa notizia da parte della referente Ifel/Anci, che il Ministero dello Sviluppo Economico ha provveduto a firmare il decreto che disegna l’impianto tecnico dell’intervento agevolativo denominato “zona franca urbana”; il decreto richiama per il finanziamento della zfu lo stanziamento previsto con la Legge di Stabilità, nonché con le somme c.d. in perenzione: si tratta del primo passo compiuto perché il decreto possa essere inviato al Mef perché possa liberarne la copertura economica posta a bilancio. Nel maggio 2016 stringiamo una collaborazione con tutti i Sindaci interessati dall’intervento agevolativo denominato zona franca urbana approvato con Delibera Cipe 2009, ovvero (Cagliari, Crotone, Rossano, Lamezia Terme, Napoli, Mandragone, Torre Annunziata, Catania, Gela, Andria, Taranto, Campobasso, Velletri, Sora, Pescara, Carrara, Massa, Matera, Iglesias, Erice, Lecce), e abbiamo provveduto, sotto la regia dell’Ifel/Anci, ad inviare solleciti al Ministro dello Sviluppo Economico Dott. Padoan; a luglio 2016 inviamo una nuova nota al Ministero dell’Economia, Dott. Padoan, nonché al vice Ministro Dott. Morando, al fine di sollecitare il finanziamento dell’intervento agevolativo sul territorio di questo Comune; a dicembre 2016 proviamo a coinvolgere gli altri Comuni interessati dall’intervento agevolativo della zfu affinché con la Legge di Stabilità non si stralcino le somme destinate agli stessi, con accordo di programma; contattiamo nuovamente diversi Sindaci dei Comuni interessati e torniamo a sollecitare collegialmente i Ministeri facendo presente l’importanza di questo strumento per le nostre comunità. Per tutto l’anno del 2017 siamo restati in contatto diretto col Vice Ministro Morando e i ministeri competenti. Insomma, siamo impegnati nel conseguimento di questo importante obiettivo dall’inizio del mandato. E questo costante contatto con il Governo ha portato i suoi frutti: un grande risultato sudato dopo due anni e mezzo di lavoro e insistenza”.

Articolo precedenteMenozzi a Riviera Time: “Da Portosole a Porto Vecchio e Bussana, così cambiamo il volto di Sanremo”
Articolo successivoParco delle Alpi Liguri, prospettive di crescita