All’interno del programma comunale intemelio, domenica 25 luglio alle ore 18.30, alla presenza del sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, nella sala di lettura della Biblioteca Aprosiana nel Centro storico di Ventimiglia Alta, il prof. Mario Ascheri, cittadino ventimigliese che ha finito la sua carriera di docente all’Università di Roma Tre, illustrerà la raccolta di oltre 40 incisioni, carte antiche e stampe relative all’area tra Nizza e Genova, con riguardo particolare all’area intemelia, che ha donato al Comune di Ventimiglia.

La più antica è una mappa dell’area marittima di Nizza-Villafranca-Monaco, del 1707, ma anche molte altre immagini sono molto rare e rimarranno così a disposizione della consultazione pubblica. Non mancano libri anche molto belli e recenti di vedute della Liguria e dell’area intemelia in particolare, ma mancano le raccolte rese in questo modo pubbliche. L’Amministrazione si augura che il generoso gesto del prof. Ascheri vorrà incoraggiare altri cittadini e appassionati della Riviera a compiere analoghe donazioni.

Il prof. Ascheri parlerà anche del volume “Ventimiglia. Suggestioni tra passato e presente. Frammenti spantegai da spantegau”, una ricca antologia di scritti, non solo di sua mano, che illustrano aspetti vari e a volte poco noti della storia passata e recente della città.

Articolo precedenteFlixBus, nuovi collegamenti con la Riviera dei Fiori per l’estate 2021
Articolo successivoBando qualità dell’abitare, l’assessore regionale Berrino: “Da sanremese felice per i 15 milioni che governo destinerà alla Pigna”