Francesco Giangreco - Guido quatrale
A sinistra il Capitano Francesco Giangreco, a destra il Capitano Guido Quatrale

Dopo piĂą di 4 anni di intenso lavoro alla guida della Compagnia di Ventimiglia, il Capitano Francesco Giangreco cederĂ  a breve il comando al Cap. Marco Da San Martino, proveniente dal Comando del NORM della Compagnia di Follonica. Il Cap. Giangreco, oggi promosso Maggiore, andrĂ  a Torino dove assumerĂ  il Comando del Nucleo Antisofisticazione e SanitĂ  con competenza per le province di Biella, Novara, Torino, Verbania e Vercelli, dopo un periodo denso di attivitĂ  nella cittĂ  di confine, in cui – anche nei periodi emergenziali e a tratti difficili – ha sempre fornito la propria opera qualificata e professionale, proiettato a prestare il proprio impegno in favore della comunitĂ .

La città di confine è stata anche la sede del primo incarico da Ufficiale del Capitano Guido Quatrale, lì giunto da Sottotenente al comando del Nucleo Operativo e Radiomobile nel 2009, poi trasferito al Nucleo Investigativo di Imperia nel 2014: nell’arco di più di 10 anni, l’Ufficiale ha raccolto importanti successi investigativi (dall’indagine “Spiga”, attraverso “La Svolta” alle più recenti “A tutto Gas” e “Andalusia”, solo per citarne alcune), riscuotendo anche il plauso dell’Autorità Giudiziaria. Il Cap. Quatrale raggiungerà a breve Cles, dove assolverà l’incarico di Comandante di Compagnia; al Nucleo Investigativo è stato destinato il Capitano Vincenzo Spataro, il quale proviene dal Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Sud.

A entrambi il grazie del Comando provinciale Carabinieri di Imperia per la loro attenta, fervida, leale e scrupolosa collaborazione nella comunità intemelia ed imperiese, con l’augurio di sempre maggiori gratificazioni personali e professionali.

Articolo precedenteNonSiamoSoli offre due strumenti al reparto di oncologia dell’Asl1. “Pronti a far tornare il servizio al Borea” dice Damonte Prioli
Articolo successivoDiano Marina, ad Aromatica la presentazione di 3 libri: dalle erbe, al miele, alla cipolla egiziana