Sicurezza Stradale Ventimiglia

“Zero vittime sulla strada”: la città di Ventimiglia si pone in linea con l’obiettivo europeo 2030 grazie a un piano pluriennale di interventi e attività che mirano alla riduzione dell’incidentalità e alla salvaguardia degli utenti della strada.

I recenti dati Istat (del 2021) pubblicati lo scorso novembre, infatti, disegnano un quadro che vede la Liguria al 9° posto nella classifica nazionale per incidentalità con 7.166 incidenti, 64 morti e 8.766 feriti. La provincia di Imperia si colloca in terza posizione tra i capoluoghi liguri con 901 incidenti totali, 10 i morti e 1.150 i feriti.

Da un’analisi più specifica, l’incidentalità imperiese in particolare risulta essere elevata lungo la costa e nei comuni capoluogo di provincia, particolare evidenza assumono le criticità rilevate sulle tratte stradali come la S.S. 1 Aurelia, lungo la quale si registrano il maggior numero di incidenti, e la S.S. 20 Colle di Tenda. Tra le cause principali dei sinistri mortali ci sono: il mancato rispetto della precedenza, la velocità troppo elevata e la distrazione dovuta ai dispositivi presenti in auto (Fonte: ACI-Istat 2022).

La cittĂ  di Ventimiglia presenta un “Progetto Integrato di Sicurezza Stradale” in cui sono previsti una serie di interventi per aumentare la sicurezza stradale, prevenire e ridurre il numero degli incidenti e quindi di morti e feriti. Il progetto si avvale di soluzioni tecnologicamente all’avanguardia che, dal 16 gennaio 2023, prevederanno l’attivazione di 5 sistemi per il controllo degli attraversamenti semaforici, quattro dei quali collocati lungo la S.S. 1 Aurelia.

Ecco i posizionamenti in dettaglio:

  • S.S. 1 Aurelia/Via D. Alighieri;
  • S.S. 1 Aurelia/Via Gallardi;
  • S.S. 1 Aurelia/Via Scalo merci/Via E. Chiappori;
  • S.S. 1 Aurelia/Via della Stazione/Via della Repubblica;
  • Via Roma/Via E. Chiappori.

Sempre in ottica di tutela degli utenti più deboli della strada è prevista anche l’installazione sul territorio di sistemi IoT: 10 sistemi di sicurezza per il controllo dei passaggi pedonali non semaforizzati. Questi sistemi sono stati ideati per tutelare i pedoni in prossimità di attraversamenti potenzialmente critici o poco visibili: si basano su sensori, telecamere, sistemi di illuminazione e di presegnalazione per allertare gli automobilisti della presenza di un pedone in attraversamento.

Il progetto prevede anche il monitoraggio dei transiti veicolari per un’analisi statistica dei flussi di traffico, che sarà attuata attraverso l’installazione di diversi sistemi sul territorio.

A supporto del progetto, in ottica di sicurezza stradale, sarà attivato il progetto sociale “Ti Voglio Bene”: un’estesa campagna di informazione e sensibilizzazione alla buona guida.