video

“Sono convinto che sia necessario un centro di prima accoglienza, dove i migranti non si fermino a lungo, ma dall’esperienza che abbiamo nessuno di loro si vuole fermare. Un punto dove mettere un piccolo controllo sanitario, far passare una notte, una doccia: sono cose fondamentali”. Queste le parole di Don Ferruccio, parroco della parrocchia di Sant’Agostino, a Ventimiglia.

“Questa è una parrocchia difficile, ma non per questo brutta, anzi: le cose difficili spesso sono quelle più belle. È una parrocchia che si trova al centro della città e risente di tutte le sfide legate alla posizione e alla situazione. Penso alle famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese, penso al commercio, che vive un momento di grande difficoltà, poi penso alla sfida dell’accoglienza.

Una cosa che mi chiedo è: com’è possibile parlare di emergenza, essere impreparati? Credo che dovremmo essere capaci di un’accoglienza, aver già maturato anche delle strategie di accoglienza”.

L’intervista integrale a Don Ferruccio è visibile nel videoservizio di Riviera Time.

Articolo precedente200mila euro di aiuti per i danni causati dall’alluvione del 2020: il GAL Riviera dei Fiori apre il bando per il ripristino dei terreni agricoli
Articolo successivoCervo, ieri l’estemporanea di pittura “Il Pennello d’Oro”: tutti i vincitori