Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia hanno arrestato, nella flagranza del reato di detenzione di stupefacenti al fine di farne commercio, un cittadino di nazionalitĂ  algerina, poi risultato irregolare in Italia, che dimorava a Ventimiglia, in una piccola frazione della val Roja.

Sottoposto a perquisizione personale e locale è stato trovato in possesso, complessivamente, di 68 grammi di hashish e quasi 4 grammi di anfetamina, di una bilancia di precisone e di materiale per il confezionamento delle dosi.

I poliziotti hanno sequestrato anche il suo smartphone e una serie di documenti ritenuti utili alle indagini.

L’uomo, quasi 30 anni, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria anche per la ricettazione di 3 biciclette MB (Lapierre, Rockrider-modST120, Btwin-mod.5290) di cui una a pedalata assistita, un monopattino elettrico “MI.COM”, 4 iPhone, 12 smartphone, una fotocamera digitale, un e-book “Kindle”, 4 orologi (Armani, Coss, Cs, Cartier), un accendino marca “Dupont”, una saldatrice portatile “Tecnica” – mod. Inverter111, una carta di credito ricaricabile “Ri-Carige”.

Tutti gli oggetti sono stati trovati nella sua disponibilitĂ  durante la perquisizione per la ricerca della droga e sequestrati.

L’ufficio investigativo del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia ha fornito alcune fotografie dei veicoli rinvenuti con richiesta di pubblicazione, nel tentativo di individuare i legittimi proprietari per la successiva restituzione.

In caso di riconoscimento degli oggetti elencati i proprietari sono invitati a contattare il commissariato di Polizia di Ventimiglia, in via Aprosio 12, e a fornire la relativa denuncia di patito furto.