polizia

La Polizia di Stato ha arrestato, nella flagranza del reato di detenzione di droga a fini di spaccio, un 53enne residente a Ventimiglia Alta.  

Si tratta di un uomo già indagato in precedenza per reati inerenti alle armi, agli stupefacenti e contro la persona.

È l’ennesima operazione antidroga conclusa a Ventimiglia Alta, dove gli investigatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno da tempo intensificato l’attività di prevenzione e di controllo.

Dopo averlo colto di sorpresa mentre transitava per strada, i poliziotti hanno effettuato una perquisizione personale e domiciliare, quest’ultima estesa anche ad un piccolo alloggio, poco distante dalla sua abitazione, formalmente intestato ad altra persona ma risultato di fatto in suo uso esclusivo.

Proprio nell’appartamento secondario gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato undici panetti di hashish, per un peso complessivo di oltre 986 grammi.

Lo stupefacente è risultato positivo per il principio attivo della cannabis al narco-test eseguito dalla polizia scientifica.

Considerata l’ingente quantità di stupefacente, i precedenti a carico, gli elementi di riscontro rilevati nei documenti e nello smartphone contestualmente sequestrati, le sue responsabilità penali sono state ricondotte ad un’attività di spaccio di stupefacenti ed è scattato l’arresto in flagranza.

Il Pubblico Ministero ha disposto la sottoposizione agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima, che si è svolto stamane in videoconferenza.

Dopo la convalida dell’arresto il Giudice ha confermato la misura degli arresti domiciliari con divieto di comunicazione all’esterno.

Nella stessa giornata gli operatori del reparto anticrimine di Genova, aggregati a Ventimiglia per rafforzare, insieme alla squadra volanti del Commissariato P.S., l’azione di prevenzione e controllo del territorio nella città, hanno individuato e indagato in stato di libertà un minorenne di nazionalità tunisina.

Il 17enne, fermato dagli agenti per un normale controllo nel pomeriggio, sul lungomare cittadino, aveva furtivamente tentato di disfarsi di un involucro, al cui interno sono stati rinvenuti e sequestrati tre pezzi di hashish, circa 32 grammi in totale, di cui due già imbustati e sigillati pronti allo smercio.

I poliziotti hanno poi sottoposto a sequestro anche alcune banconote di medio taglio, 130 euro in tutto, del cui possesso il giovane non ha saputo dare una plausibile spiegazione e che sono ritenuti il provento della sua attività di spaccio.

Articolo precedenteCovid: oltre 5.600 i nuovi casi positivi in Liguria, 9 i decessi
Articolo successivoCamera di Commercio “Riviere di Liguria”: eletta la nuova Giunta. Il presidente Lupi: “Squadra forte e unita”