Venti-Miglia a piedi

Venti-Miglia a piedi è un evento nato da un progetto universitario di cinque studentesse (Eva Alberti, Giulia Castagni, Nikol Khyuppenen, Federica Leporace  e Anyanee Visethjit) dell’Università di Nizza ‘Côte d’Azur’ con indirizzo economico/ linguistico, in relazione al corso «projet tutoré» a cura del professore Enric Gautier.

La visita, guidata dal Dott. Sergio Pallanca, consisterà in un percorso di circa 3 ore a piedi, alla scoperta dei tesori della città di Ventimiglia. Seguendo una linea cronologica dal Medioevo all’età rinascimentale saranno aperti al pubblico siti esclusivi ed inediti.

Al termine della visita, seguirà un aperitivo presso il Chiostro delle suore dell’Orto di Ventimiglia Alta curato dal bar Acquolina, nel corso del quale si potranno degustare anche i prodotti De. Co. Del Circolo della Castagnola. Ad accompagnare il rifresco saranno le note dell’arpa di Elena Mazzullo e l’esposizione animata dei costumi Medievali del capitan Ramon Bruno del Sestier Burgo.

Infine, i partecipanti potranno inviare tramite WhatsApp, le migliori foto scattate durante la visita, partecipando cosi al concorso fotografico estemporaneo. Le tre migliori foto verranno premiate al termine della giornata.

Il punto di ritrovo è alle ore 15:00 in Piazza della Cattedrale a Ventimiglia Alta, raggiungibile direttamente dal centro tramite il servizio navette comunali.

Il ricavato delle offerte sarà devoluto alla restaurazione dell’affresco della Chiesa di San Michele.

Posti limitati.

“Si ringrazia il Comune di Ventimiglia per la concessione del patrocinio e tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. In particolar modo: Samuel Lorenzi di Cactee Ballestra & Lorenzi, Prof. Mauro Mazzon, Luigi Maccario, Don Luca Salacca, Erino Viola, Ruggero Marro, il Dott. Filippo Maria Bistolfi, Dario Canavese, Leandro Lombardo ed il Circolo del Reading Ventimiglia e Drama”.

Articolo precedenteSanremo, CGIL: imbrattata la targa dell’ANPI da una svastica
Articolo successivoLa classifica di Riviera Time: i video più visti dal 25 al 30 marzo