Oggi è venerdì 17. Un giorno che tradizionalmente è associato alla sfortuna e alla superstizione.

Sono due gli elementi considerati negativi che hanno portato alla brutta reputazione di questa giornata: venerdì è, infatti, il giorno della morte di Gesù; mentre, secondo i pitagorici greci, il 17 era un numero nefasto che si trovava in mezzo al 16 e al 18, numeri perfetti.

Al giorno d’oggi ha ancora senso crede a queste tradizioni? I cittadini del Ponente ligure sono superstiziosi? L’abbiamo chiesto direttamente a loro.