video
03:48

Sono quasi 170 gli equipaggi iscritti in rappresentanza di dieci nazioni. Sono questi i numeri importanti della Carnival Race, regata su un massimo di undici prove che inizia domani giovedì 17 febbraio con base nel porto Marina degli Aregai a Santo Stefano al Mare.

Numeri davvero importanti che dimostrano quanto la conclamata capacità organizzativa dello Yacht Club Sanremo abbia ormai superato i confini nazionali, grazie all’affiatamento e alle competenze di tutto lo staff creato da tempo dal presidente Beppe Zaoli.

“Siamo al settimo anno di questa Carnival Race che è riservata alle classi 4.20 e 4.70, uno dei primi step per giovani velisti che iniziano l’attività agonistica”, dice Umberto Zocca braccio destro del presidente Zaoli.

“Ci siamo inventati questa manifestazione riservata ai giovani da 13 a 21/23 anni informandoci su quali erano i periodi di vacanze scolastiche di carnevale nei Paesi europei – spiega – e dopo sette anni abbiamo una regata che vanta numeri da record”.

“Tra gli iscritti ci sono anche otto equipaggi del nostro Yacht Club – conferma Zocca – alcuni sono molto giovani e faranno esperienza ma ne abbiamo due o tre che possono ben figurare”.

“Le prove previste sono undici, due il primo giorno e tre nei tre giorni successivi. Dopo i primi due giorni avviene la selezione sulla base dei risultati ottenuti e la prima metà della classifica si disputa la vittoria nelle prove rimanenti. Il campo di regata è quello classico dei 4.20 e 4.70, un quadrilatero davanti al porto degli Aregai con un lato di bolina, uno al lasco e due poppe. Le previsioni meteo indicano non tanto vento – annuncia Umberto – tranne la domenica. Ci aspetta un fine settimana di ‘light wind’”.

“Abbiamo appena terminato il campionato invernale dei Dragoni – conclude Umberto Zocca – adesso questa Carnival Race, e domenica prossima organizziamo l’ultima regata del campionato West Liguria. A marzo arriva la Dragon Cup che dovrebbe essere più affollata del solito dato che ad aprile lo Yacht Club Sanremo organizzerà il Campionato europeo Dragoni sullo stesso campo di regata, per arrivare a giugno con la Giraglia che chiuderà la prima parte della stagione”.