Nadia Comazzi ha iniziato a pattinare a tre anni. Una grandissima passione che l’ha portata sul podio di campionati italiani ed europei a livello giovanile.

    Nel 2014 ha aperto la prima scuola di pattinaggio artistico a rotelle del Ponente.

    “In zona, questo sport non esisteva. Poi mia figlia, all’età di otto anni, mi ha chiesto di insegnarle a pattinare. Da qui è nata l’idea di aprire una scuola,” racconta.

    Aiutata da Matteo Fraschini, più volte campione europeo di pattinaggio, Daniela insegna all’interno del mercato dei fiori di Valle Armea, un luogo spazioso e ideale per questo sport.

    La scuola fa parte della società sportiva genovese ‘Sturla pattinaggio’.

    “Abbiamo iniziato con pochi bambini, ora siamo una realtà affermata e i nostri ragazzi stanno ottenendo ottimi risultati. La mia speranza è che questo sport continui a crescere anche nel Ponente.”