Armando Biasi

Il Comune di Vallecrosia ha vinto un bando del Ministero degli Interni per la messa in sicurezza del territorio, grazie al quale otterrà un finanziamento di oltre 1,7 milioni di euro per la messa in sicurezza del rio Verbone.

“Dopo aver progettato la messa in sicurezza del Torrente Verbone, perché è considerato uno dei rii più pericolosi della Regione Liguria, mi ero premurato dal primo giorno della mia elezione a Sindaco di scrivere a tutti gli Enti preposti per fare finanziare questa importante opera. Purtroppo, negli anni nonostante numerosi solleciti, nessuno ha dato la giusta considerazione alle nostre istanze, creando in noi un forte sconforto, perché soprattutto la Regione Liguria e il suo settore di Protezione civile ha dato solo importanza alle pratiche della Provincia di Genova e La Spezia. Nel mese di agosto e settembre 2020 abbiamo confezionato un progetto che potesse partecipare al bando Nazionale per il triennio 2020/2022, emanato dal Ministero degli Interni. Al fine di favorire gli investimenti, sono assegnati ai comuni Contributi per la realizzazione di opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, nel limite dei massimali previsti”, afferma il Sindaco Armando Biasi.

“Siamo molto soddisfatti – prosegue – che il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno abbia comunicato che il progetto di Vallecrosia è stato considerato valido e idoneo per entrare nei finanziamenti pubblici per un importo pari ad euro 1.780.000 per la riduzione del rischio idraulico nel tratto terminale del torrente Verbone, con aumento della resilienza del territorio, primo lotto prestazionale. Ringrazio la maggioranza che mi affianca in ogni mia scelta e lo staff dei progettisti Comunali e Incaricati, perché questo finanziamento ottenuto rappresenta l’ennesima vittoria del Comune di Vallecrosia per lo sviluppo e la crescita della città. Come ho sempre sostenuto un’amministrazione seria deve fare programmi e progetti a lungo respiro, perché prima o poi arriva il bando giusto che possa soddisfare i bisogni del territorio. Questo è il primo lotto della messa in sicurezza del Torrente Verbone, solo l’inizio per garantire la sicurezza ad oltre 5.000 abitanti, quindi ora è la Regione Liguria che deve impegnarsi a sostenerci per gli altri interventi indispensabili al progetto più ampio e complesso. Sono davvero emozionato perché sono anni che lavoriamo per arrivare a questo enorme risultato, Vallecrosia merita la migliore progettualità per ambire ad un nuovo percorso di crescita e identità.”

Il Sindaco Biasi conclude: “Dopo aver finanziato la nuova scuola pubblica, la nuova biblioteca, la passeggiata a mare serviva anche la messa in sicurezza del torrente Verbone. Ora bisogna proseguire a testa bassa per i prossimi obiettivi amministrativi perché abbiamo davanti a noi ancora due anni e mezzo di mandato che devono vedere il completamento dei cantieri in corso e l’inizio di altre importanti opere”.

Articolo precedenteCovid, Toti: “Ultimo report ISS conferma rischio basso e Rt sotto 1 per la Liguria. Da lunedì dobbiamo tornare in zona gialla”
Articolo successivoCovid, scuole: 7 nuovi positivi nei distretti di Imperia e Sanremo