Il consigliere di opposizione a Vallecrosia Fabio Perri esprime grande soddisfazione per l’approvazione della mozione presentata dai consiglieri di minoranza sull’attivazione della diretta streaming in Consiglio comunale. La mozione è stata approvata durante l’assise di ieri sera all’unanimità.

In una nota stampa Fabio Perri scrive:

“Dopo 5 ore di consiglio comunale ieri sera all’ultimo punto dell’ordine del giorno è stata presentata una mozione dai consiglieri di opposizione, con la quale si è chiesto di attivare tutte le procedure per adottare la diretta streaming dei consigli comunale entro la fine dell’anno 2019. 

Abbiamo chiesto a tutta la maggioranza di prendere un concreto impegno che ha votato tutta a favore. Per un anno abbiamo più volte chiesto lo streaming, ma ieri sera abbiamo chiesto l’impegno di farlo in tempi molto brevi. 

Lo abbiamo inserito nel nostro programma elettorale, così come la  maggioranza  che al di là della sola e mera dichiarazione nel lontano luglio del 2018 a mezzo stampa  di volerlo fare,  l’assessore pro tempore alla tecnologia Fazzari non ha mosso alcuna iniziativa. 

Poi però sentiamo parlare di trasparenza verso la popolazione… forse solo e come vogliono loro? Si perché nelle assemblee pubbliche, sui social per mezzo dell’“Armando informa” ed a tu per, si dice solo quello che interessa e conviene.

Perché l’assessore non ha fatto nulla per oltre un anno in merito allo streaming?

La risposta data in consiglio comunale è stata che non è cosi semplice come si pensa. Una risposta sterile e priva di fondamento in quanto lo streaming, oggi, grazie all’evoluta tecnologia, si fa con semplicità e costi bassi.

Certo è, concludono i consiglieri che tutto deve essere fatto nel rispetto delle norme e delle regolamentazioni che da poco tempo specialmente sulla privacy hanno visto introdurre una serie di passaggi  procedurali semplici e veloci da effettuare, ma basta farli. Tutti i maggiori comuni ormai ne sono dotati dello streaming ma come sempre Vallecrosia è sempre l’ultimo. Finalmente l’assessore ha capito che adesso dovrà rimboccarsi le maniche per mettere in linea la diretta streaming.”