L’opposizione serra le fila a Vallecrosia dopo il primo consiglio comunale post-elezioni e va all’attacco del neo sindaco Armando Biasi. Dopo una campagna elettorale fatta di “continui attacchi frontali, rancori del passato e falsità da parte di Biasi – affermano Silvano Croese, Ferdinando Giordano, Fabio Perri e Cristian Quesada – adesso ci viene chiesto di essere tutti amici, tutti fratelli e di lavorare tutti in gruppo. Perché non si è comportato così in campagna elettorale?”.

“Abbiamo subito voluto marcare sin dal primo consiglio comunale che per noi la correttezza ed il rispetto delle regole è prioritario”, proseguono i consiglieri d’opposizione, che pongono l’accento su due episodi. “Il primo errore – dichiarano – è stato nominare come membro di una commissione il Presidente del Consiglio Comunale”. Un atto “illegittimo” – affermano – “perché il Presidente del Consiglio presiede le commissioni ed essendo una figura imparziale non può essere membro. Quindi abbiamo subito segnalato l’illegittimità chiedendo di sostituire i componenti”

“Secondo errore, molto più grave – aggiunge l’opposizione – la neo amministrazione organizza sabato 16 giugno 2018 una festa nel Centro Storico con la somministrazione di alimenti e bevande ed occupazione del suolo pubblico, ma non vengono chieste da parte dell’assessore competente le autorizzazioni necessarie previste per legge. Invitiamo pertanto il Sindaco, la giunta e la maggioranza – concludono – ad operare nel rispetto delle regole, senza mai dimenticare che siete gli amministratori ed il Sindaco di tutti”.