video

La valle Impero al voto. A maggio, o settembre in caso di persistenza dell’emergenza coronavirus, cinque paesi sugli otto che compongono la vallata imperiese andranno infatti alle urne per le elezioni amministrative.

Si tratta di: Caravonica, Lucinasco, Chiusavecchia, Aurigo e Borgomaro. Tra scadenze e possibili riconferme abbiamo cercato di fare il punto.

Caravonica e Lucinasco hanno due situazioni simili. I rispettivi sindaci Fernando Gandolfi e Domenico Abbo concluderanno il loro terzo mandato e, con ogni probabilità, dovranno per legge rinunciare a una nuova candidatura. Sui possibili sostituti regna ancora incertezza e va sottolineata l’ipotesi, prevista nella revisione del testo unico sugli enti locali, che abolirebbe il limite dei tre mandati consecutivi per i piccoli comuni. Se dovesse diventare realtà, al momento quantomeno improbabile, Gandolfi e soprattutto Abbo potrebbero ricandidarsi. Quest’ultimo infatti è anche presidente della Provincia, ruolo dal quale decadrebbe vista la necessità di essere sindaco per ricoprirlo.

A Chiusavecchia e Borgomaro gli uscenti Luca Vassallo e Massimiliano Mela, salvo sorprese, si ricandideranno per il secondo mandato. Al momento nessun possibile competitor ha ufficializzato la propria discesa in campo.

Ad Aurigo infine difficile ipotizzare una non candidatura di Luigino Dellerba che è sindaco dal 2011 e aveva già ricoperto la carica dal 1988 al 2001. Contatto dal nostro giornale non ha però sciolto le riserve spiegando come non ne abbia ancora parlando con il resto dell’amministrazione.