video

Ieri, durante la celebrazione del 25 aprile a Badalucco, il sindaco Matteo Orengo ha spiazzato tutti proponendo in pubblico la formazione di un nuovo comune che unisca sotto un’unica bandiera il territorio del suo paese col limitrofo comune di Montalto Carpasio.

Il sindaco Mariano Bianchi ha però incassato bene il colpo, forte del percorso già effettuato da lui per unificare quelli che prima erano i due comuni di Montalto Ligure e Carpasio che ora riuniscono la val Carpasina in una sola forza.

“Un comune più grande ci da più peso per farci sentire con le istituzioni e ci dona molte più opportunità in tutti i campi, compresi i servizi alla comunità. é il sogno di ogni piccolo comune aver la possibilità di far sentire meglio la propria voce”, ci spiega Orengo.

Concorde col collega, Bianchi alza la posta in gioco: “La sfida sarebbe creare un comune unico della valle Argentina, includendo così anche Molini di Triora e Triora. Abbiamo tra tutti gli stessi problemi, insieme saremo più forti”.

I due sono sulla stessa linea d’onda parlando di una valle più forte e più in grado di far fronte ai propri problemi, lasciando però che la decisione venga presa dai cittadini in un’occasione apposita.

“L’unione volontaria tra i comuni – conclude Orengo – ci evita magari successivi accorpamenti dettati “dall’alto” che non corrispondono alle reali esigenze del territorio”.

In sostanza: questo matrimonio s’ha da fare? Parrebbe proprio di sì.

Articolo precedenteAutostrade in Liguria, gli assessori regionali Giampedrone e Berrino: “Dopo nostro intervento anticipata di un mese chiusura cantieri”
Articolo successivoUrbanistica: approvate in consiglio modifiche alla legge regionale. Assessore Scajola: “Centralità di servizi e infrastrutture pubbliche, semplificazione amministrativa”