campionato italiano enduro

Complice una splendida giornata di caldo sole, ieri Sanremo ha vissuto una giornata da protagonista anche tra le restrizioni ed i timori legati al Covid.

La città ha infatti ospitato la tappa finale del Campionato Italiano Enduro Major grazie al locale Motoclub Enduro Sanremo che è riuscito in pochissimo tempo ad organizzare un evento motoristico così importante dopo la rinuncia della sede precedentemente prevista. Il cambiamento di location non ha scoraggiato i piloti che si sono presentati in quasi 300 al via, compresa una nutrita schiera di ‘regionali’.

Partenza e arrivo della gara all’interno di Portosole, il cui ampio piazzale è stato completamente destinato al paddock dove sono stati ospitati tutti i van dei vari motoclub presenti. Il percorso che è stato ripetuto tre volte prevedeva due prove nell’entroterra ed una, spettacolare e che ha richiamato parecchi spettatori, sulla spiaggia sabbiosa compresa tra l’Arenella e il Morgana.

Il rigoroso servizio d’ordine ha impedito assembramenti e situazioni particolarmente rischiose e le immagini di una Sanremo bagnata dal sole sono state uno spot invidiabile per la città e per tutta la Riviera.

Dal punto di vista sportivo, complimenti al pilota locale Davide Dall’Ava che ha vinto nella categoria 450Expert al termine di una splendida gara sulle strade di casa. Le altre medaglie d’oro Major (cioè i nati tra il 1970 e il 1983) sono andate ad Alessio Paoli su Husqvarna nella prestigiosa Top Class che ha dominato anche in quest’ultima prova. Nella 250 2t Master vince il campionato Daniele Tellini (Yamaha), nella 300 Master doppietta con vittoria di tappa e titolo tricolore per Enrico Lorenzin (Husqvarna).

Altre doppiette, a conferma dei valori espressi nel corso della stagione anche per gli altri Campioni Italiani 2020: per Damiano Lullo su Ktm nella 250-4T Master, per Maurizio Facchin nella 450 Master su Ktm, per Alessio Fagiolari neo campione italiano nella 250 2t Expert, per Carmelo Mazzoleni su KTM nella 300 Expert, e nella 250 4T per Giorgio Alberti su Sherco. Altri titoli tricolori sono stati assegnati anche alle categorie Veteran, Super Veteran e Ultra Veteran riservate ai piloti nati prima del 1969.

A completare quella che la stessa Federmoto ha definito una strepitosa cornice ci ha pensato il Challenge Ktm Enduro Major con la significativa presenza di Roberto Rossi nella doppia veste di event-manager e pilota della Ktm.

La tappa finale dell’Italiano è stata anche una boccata d’ossigeno per il comparto turistico ricettivo sanremese calcolando che un migliaio di persone ha raggiunto la città dove ha soggiornato per una o due notti ma è stata anche una ventata d’ottimismo, un’iniezione di fiducia per un futuro migliore.

Grande soddisfazione per l’amministrazione comunale matuziana con l’assessore al Turismo e Sport Giuseppe Faraldi impegnato nella cerimonia di premiazione finale.

“È stato un evento riuscito perfettamente – ha detto – grazie alla collaborazione tra tutti i soggetti preposti, dagli organizzatori del Motoclub Enduro Sanremo agli agenti di Polizia Locale che ringrazio personalmente. Mi ha fatto veramente piacere poter premiare anche il sanremese Davide Dall’Ava degno erede di un grande personaggio, Orlando, che ha fatto la storia motoristica della nostra città”.