Un mese fa, esattamente alle 11:36 del 14 agosto, il tragico crollo del Ponte Morandi sull’A10 a Genova che causò 43 vittime.

Un’immagine drammatica difficile da dimenticare che ha segnato la città di Genova, la Liguria e l’Italia intera.

Diversi i momenti di raccoglimento previsti per la giornata di oggi in onore di coloro che hanno perso la vita. Questa mattina proprio alle 11:36 un minuto di silenzio e saracinesche dei negozi abbassati nella città di Genova. Questo pomeriggio previsto un altro momento di raccoglimento in Piazza De Ferrari. Anche a Sanremo, durante la cerimonia di cambio al vertice della Capitaneria di Porto, si è osservato un minuto di silenzio.

“Con oggi non finirà il dolore ma si conclude questo mese dedicato al ricordo delle vittime e ci apprestiamo a ripartire con una gran voglia di ricominciare, ricostruire non solo il ponte ma anche l’immagine della città e della Regione”, afferma Gianni Berrino, Assessore Regionale al Turismo e Trasporti.

Ad un mese dal tragico crollo, abbiamo fatto il punto della situazione sulle infrastrutture e sulle condizioni degli sfollati con l’Assessore Regionale Berrino.