Tutto pronto per la prima edizione di Folk in Diano. “Ligures!” è il titolo della serata d’apertura, a ingresso libero, che si terrà domani, giovedì 5 luglio, alle ore 21 a Villa Scarsella. La direzione artistica della rassegna, un vero e proprio Festival di cultura popolare, è curata da Antonio Carli. Protagoniste della prima serata saranno Liguria e Piemonte.

 LIGURIA – LAJO’

Musica del Ponente ligure e dell’area mediterranea con particolare enfasi sulle canzoni tradizionali di Ceriana, in provincia di Imperia. Ecco Lajò: canti tramandati da generazioni, arrangiate dal chitarrista Mauro Crespi, nativo di Ceriana e cantate da Andreina Veneziano, insieme allo stesso Mauro e a Luca Siccardi; il sax di Simone Verrando dà un tocco di modernita’ insieme al contrabbasso di Daniele Ducci col suo calore invitante; il tutto accompagnato dalle percussioni di Marzio Marossa. “Cosa vuol dire Lajò? Vuol dire il passato che abbiamo perso”, spiegano. “Vuol dire il contatto tra uomo e natura, il richiamo del contadino al suo asino, stanco dopo la fatica di una giornata passata a sudare nei campi”.

PIEMONTE – TERES AOUTES STRING BAND

La Teres Aoutes String Band è un progetto del mandolinista Mario Poletti (Lou Dalfin, Jazz School Torino) e del bassista Fabrizio Carletto (Massimo Priviero, Ciansunier, Lou Seriol), con la collaborazione di Diana Imbrea al violino e Oreste Garello alla chitarra, banjo e lap steel guitar.

Formazione di strumenti a corde che reinterpreta in maniera originale e non folcloristica i canti e le danze appartenenti alla cultura delle Alpi occidentali. Il percorso artistico dei musicisti coinvolti, che va dal jazz alla classica passando dal blues e dal rock, contribuisce, con le particolarità timbriche degli strumenti utilizzati, alla creazione di un universo sonoro dove convivono passato e presente, tradizione e contemporaneità.

Nel 2018 il primo cd, “Lo rock’n roll de la mountagna”: musiche dalle Alpi occidentali e dai loro orizzonti, brani tradizionali rivisitati, cover e composizioni originali per danzare, ascoltare, pensare e sorridere.

I successivi appuntamenti con Folk in Diano sono fissati per:

– 26 luglio: Sasà Flauto (Napoli) e Mimmo Epifani (Puglia) – Naplè

– 2 agosto: Antonia Carli e Max Manfredi (Liguria) – Creuze de mà

– 9 agosto: Zenias (Sardegna) e Zeketam (Irpinia) – Gran finale

Articolo precedenteAumentano le temperature, Riva Ligure vara il ‘piano emergenza caldo’
Articolo successivoQuattro chiacchiere in riva al mare con il bagnino Antonio