Ci avviciniamo a passo spedito verso la settimana festivaliera. Una settimana di spettacolo, musica, eventi, vip e feste che animerà Sanremo. Un periodo importantissimo per gli albergatori e tutto il tessuto economico della città.

“Come al solito benissimo, settimana di grande spolvero per tutti, peccato che duri soltanto una settimana, come diciamo noi, ce ne vorrebbe uno al mese“, afferma il Presidente della Federalberghi di Sanremo, Silvio Di Michele.

Pienone come ogni anno. E come da tradizione le prenotazioni arrivano già mesi prima.

“Alle volte noi non sappiamo ufficialmente la data del festival che ci sono già le prenotazioni, per cui presto. A ottobre si può dire che siamo già subissati dalle richieste“, prosegue il presidente.

Un’occasione importante non solo per la città della musica, ma un po’ per tutto il Ponente ligure.

Sicuramente una volta che si riempie Sanremo, le presenze vengono spalmate un po’ su tutta la provincia. Sicuramente Ospedaletti, Bordighera ma anche Diano Marina ne risentano a livello di presenze turistiche durante la settimana del festival”, afferma Di Michele.

Se per le presenze gli albergatori non si possono di certo lamentare registrando in generale il tutto esaurito, la questione dei biglietti del Festival distribuiti agli alberghi ha creato polemiche in passato. In particolar modo la ripartizione dei biglietti tra gli alberghi stessi. E quest’anno?

“In convenzione c’è un accordo tra Rai e Comune, per il quale al Comune vengono affidati un tot numero di biglietti. Il Comune poi fa la sua ripartizione con il Casinò, gli alberghi e la politica, però a noi ne vengono sempre troppo pochi. Dopo il Festival ci vedremo per parlarne e vedere di cambiare quello che l’andamento attuale”.

Un mese esatto dalla conclusione del Festival 2019 la città si animerà ancora con il tradizionale concorso dei Carri Fioriti. Un altro evento mediaticamente importante e un nuovo weekend di ossigeno per gli albergatori.

“Abbiamo molte richieste di gruppi che vorrebbero soggiornare per una o due notti. La clientela singola è ancora un po’ in stand-by, ma loro si muovono solitamente più avanti. Comunque è sicuramente un weekend di pieno per tutti, non solo per noi, ma anche per le zone limitrofe“, conclude il presidente.