porto vecchio sanremo

“Siamo partiti col botto, gli operatori sono moto contenti. Nella gran parte del nostro territorio abbiamo registrato il tutto esaurito non solo negli alberghi ma anche nei ristoranti e in tutte le attività legate all’accoglienza. Con questa Pasqua abbiamo aperto una stagione primavera-estate che auspichiamo possa essere anche migliore del 2022, quando abbiamo raggiunto il record di presenze turistiche in Liguria. Segno che le politiche di promozione del territorio, investimento, miglioramento della nostra offerta stanno funzionando bene. Continueremo ad investire e a lavorare sulla promozione, nella consapevolezza che il turismo costituisce un’asset strategico per l’economia della nostra regione, insieme alla cultura e all’enogastronomia”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, traccia un bilancio del turismo in Liguria durante le festività pasquali.

“Siamo assolutamente soddisfatti – aggiunge l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori – per i numeri di questi tre giorni di festivitĂ  in cui, complice il bel tempo, abbiamo avuto numeri davvero ottimi soprattutto sulle riviere, con tassi di occupazione delle camere tra il 90% e il 100% e previsioni molto positive anche per i prossimi ponti, con numerose prenotazioni ad esempio per il 1° maggio e il 2 giugno. Ad esempio Sanremo e Bordighera a ponente, il finalese in provincia di Savona, Sestri Levante, Portofino e Santa Margherita nel Golfo del Tigullio così come le Cinque Terre, Porto Venere e il Golfo dei Poeti sono stati presi d’assalto: lavoreremo per risolvere le problematiche determinate ai flussi molto abbondanti di turisti, confrontandoci con tutti gli operatori del settore e con i sindaci – prosegue Sartori – ma certamente, seppur con delle differenze, è stata una Pasqua strepitosa, con numeri da incorniciare in linea o addirittura superiori allo stesso periodo del 2022 e in piena continuitĂ  con l’estate passata. Un risultato – prosegue Sartori – frutto sia delle azioni messe in campo dalla Regione sotto il profilo della comunicazione e promozione del territorio sia del coraggio dei nostri operatori, che hanno saputo anche migliorare la qualitĂ  dei servizi offerti. Un altro dato positivo è l’arrivo giĂ  in questi giorni degli stranieri: confidiamo nelle prossime settimane di recuperare appieno questo segmento, con il ritorno anche degli americani e dei turisti dall’Oriente che stanno tornando ad affacciarsi in Liguria”.

“Siamo contenti perchĂ© il trend ha confermato le aspettative – aggiunge Alessandro Piana, vicepresidente e assessore al Marketing Territoriale. – Abbiamo lavorato molto dopo la pandemia, soprattutto nell’ultimo anno, per la promozione del nostro territorio a 360° e i nostri sforzi stanno dando i risultati sperati. A livello regionale, quest’anno abbiamo rifinanziato tutte le manifestazioni storiche del territorio e le fiere legate ai nostri prodotti tipici e all’enogastronomia, rispondendo positivamente alle nuove proposte avanzate da amministrazioni locali e consorzi. Nelle prossime settimane, poi, parteciperemo a eventi internazionali per promuovere all’estero il patrimonio agroalimentare regionale”.

In particolare, nell’imperiese i dati sono stati in linea con la Pasqua 2022, con ottimi tassi di occupazione degli alberghi nelle zone di Sanremo e Bordighera, buoni nel dianese. Le presenze sono state di italiani, dalle regioni limitrofe ma anche da Roma e da Napoli, e di stranieri, per lo più francesi, tedeschi e svizzeri. Gli operatori riferiscono di aver già avuto un inizio di prenotazioni anche per i prossimi ponti anche se soprattutto gli italiani prenoteranno sotto data, in attesa di scoprire le previsioni meteo.

Nel savonese, si sono registrati risultati in linea con le aspettative, con tassi di riempimento delle camere vicini al 100% anche grazie al bel tempo. Si registrano, tuttavia, soggiorni più brevi, di una o due notti anziché per l’intero periodo pasquale com’era accaduto nel 2022. Gli operatori hanno già ricevuto richieste per i prossimi ponti di fine aprile e del 1° maggio.

Per quanto riguarda il capoluogo, il dato che emerge è di un ottimo riempimento degli alberghi, anche se non il tutto esaurito. Gli albergatori sono ottimisti per le prossime festività di primavera, per cui hanno già ricevuto molte richieste.

Bilancio più che positivo da parte degli operatori di Sestri Levante e in tutto il Golfo del Tigullio, molto soddisfatti, grazie a risultati migliori del 2022 e una media del 95% di occupazione delle camere negli alberghi, con punte di tutto esaurito. Anche la ristorazione ha registrato numeri eccezionali. La prevalenza è stata di turisti italiani, con un ritorno anche degli stranieri. Buoni i segnali delle prenotazioni per aprile e maggio, che si prevede potrà essere paragonato a giugno dell’anno scorso in termini di presenze turistiche.

Alberghi pieni oltre il 90% anche a Santa Margherita e Portofino, con ottime previsioni per i prossimi ponti, in particolare per il mese di maggio in generale, in cui sono attesi i turisti americani. Tutto esaurito anche nelle attivitĂ  legate alla ristorazione.

Ottimi dati anche per Porto Venere, alle Cinque Terre e in tutte le località del Golfo dei Poeti, dove si è registrato il pienone con tutte le strutture sold out. Alta la percentuale di stranieri, principalmente tedeschi, spagnoli, francesi, ma anche olandesi e belgi. Anche in questo caso, gli albergatori hanno già ricevuto richieste per i ponti di fine aprile e di maggio, mese strategico da un lato per le festività in diversi paesi europei tra cui la Germania e per il 70° raduno nazionale dei Bersaglieri alla Spezia dal 22 al 28 maggio.