[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/219371140″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Continuano ad essere positivi i segnali per il turismo della Riviera dei Fiori. I ripetuti segni più nelle statistiche fanno guardare con ottimismo al settore. I primi quattro mesi del 2017 hanno visto un aumento degli arrivi dell’8,9% rispetto a un anno fa. La provenienza conferma la Riviera dei Fiori come sbocco sul mare privilegiato di Lombardia e Piemonte, mentre per quanto riguarda il mercato estero il podio è formato da francesi, tedeschi e svizzeri.

Performance “sicuramente apprezzabili”, ma che devono essere “consolidate per poter essere valutate pienamente positive”. Questo è uno dei temi emersi nel corso del convegno “Turismi in Riviera”, andato in scena pochi giorni fa presso l’Aula Magna del Polo Universitario Imperiese.

Ma quali sono i passi che la Provincia di Imperia deve compiere per “consolidare” questo trend positivo sul fronte turistico? Ci sono tre punti che servirebbero per fare il salto in avanti, emersi anche durante il convegno e confermati da esperienze di successo. Scopriamoli in questo speciale di Riviera Time.

Articolo precedenteSindacati alla sbarra del porto per tutelare 12 lavoratori del Castellaro Golf Resort
Articolo successivoSanremo, tutto pronto per ‘I giorni della Balena’ dal 2 al 4 giugno