Treno per Cannes: polizia francese usa spray urticante per stanare tre migranti chiusi in bagno

Sono immagini forti e drammatiche quelle che ci sono state inviate in redazione e che denunciano le pericolose azioni della polizia francese sui treni che da Ventimiglia superano il confine.

Questa mattina un treno diretto a Cannes è stato “preso in ostaggio” dalla polizia francese. Secondo la testimonianza di un nostro utente che si trovava sul vagone interessato, gli agenti hanno bloccato il convoglio per oltre mezz’ora a seguito dei controlli quotidiani effettuati per stanare migranti irregolari che tentano di entrare in Francia.

Tre stranieri si sono chiusi in bagno per evitare i controlli e la polizia ha usato metodi drastici per fermarli. “La polizia ha subito cercato di farli uscire con le maniere forti, con piedi di porco e tenaglie,” ci scrive il testimone oculare.

“I tre – continua – hanno opposto una resistenza incredibile e la polizia francese ha spruzzato più volte i lacrimogeni direttamente all’interno del bagno.”

Ed è proprio questo atto ad aver messo in allarme i passeggeri per l’incolumità degli stranieri all’interno che – si sente chiaramente nel filmato ndr – hanno cominciato a tossire.

Si sentivano all’interno dei suoni orribili. Dopo mezz’ora hanno tentato di uscire correndo e sono stati fermati dalla polizia,” spiega il testimone.

La puzza di peperoncino si sente fin qua, non immagino come stiano dentro. Ora li ammazzano di botte.”

Questi i commenti che si possono ascoltare direttamente nel video che Riviera Time ha pubblicato. Nel filmato si vedono i passeggeri coprirsi il volto e tenersi a distanza per evitare di inalare la sostanza spruzzata  all’interno del bagno (probabilmente spray urticante ndr).

L’utilizzo dello spray in uno spazio chiuso può essere fortemente nocivo rischiando gravi danni per asfisia fino alla morte.