Primo piano inaufgurazione ponte bevera'

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio ha fatto tappa in provincia di Imperia. Dopo una sosta a Taggia si è recato a Ventimiglia dove ha prima incontrato gli amministratori pubblici locali e poi si è recato sul nuovo ponte sul fiume Bevera per il taglio ufficiale dell’opera finanziata in gran parte dalla Regione.

“Oggi è un giorno importante – ha detto – per l’estremo Ponente ligure perchè abbiamo deliberato lo stanziamento di fondi importanti per tre comuni che ne avevano fatto richiesta. Il Fondo Strategico ci ha permesso di aiutare concretamente la città di Ventimiglia non solo per questo ponte che unisce diverse frazioni e rende la vita più facile ad un migliaio di abitanti ma anche con l’annuncio di oltre 6 milioni di euro a disposizione per realizzare altre opere strategiche per il futuro. Il Parco Roya, nuovi posteggi, ascensori pubblici e water-front nella zona del nuovo porto porteranno grossi benefici a questa città”.

Gli altri due comuni che beneficeranno di contributi economici sono Taggia e Ospedaletti. Con il Presidente Toti erano presenti gli assessori regionali Sonia Viale, Gianni Berrino e Marco Scajola, il presidente del Consiglio Regionale Alessandro Piana e l’onorevole Di Muro, oltre all’intera maggioranza e rappresentanti dell’opposizione consigliare ventimigliese.

Ovviamente soddisfatto il sindaco Gaetano Scullino.

“Troppi anni per costruire un ponte di 80 metri di lunghezza – ha detto – ma l’importante è essere arrivati a questa inaugurazione. Era un’opera necessaria per le frazioni e in ottica futura per lo sviluppo dell’intera zona franca dell’ex parco merci del Roja. E il contributo del Fondo Strategico renderà Ventimiglia una città più accogliente e migliore rispetto al passato”. Toti oltre ad aver commentato la situazione sull’Autostrada A10 e parlato dell’imminente avvio della campagna elettorale, ha anche chiesto chiarimenti al premier Giuseppe Conte: “Emergenza prolungata sino a fine anno? Bisognerebbe capire se il prolungamento annunciato oggi riguarda questioni tecniche e burocratiche ancora in essere dall’inizio della pandemia, oppure se invece si riferisce ad un possibile ritorno della pandemia. In ogni caso la Liguria, pur essendo la quarta regione d’Italia ad aver maggiormente subito gli effetti nefasti del Covid ne è uscita alla grande dimostrando tutta la sua capacità di gestire emergenze anche come quella che spero ci siamo lasciati alle spalle”.