Buone notizie dall’artigianato del Ponente ligure. È Imperia infattti la provincia ligure ad aver registrato, nel periodo aprile-giugno 2017, i dati migliori, con 157 aperture a fronte di 115 chiusure. Nel secondo trimestre 2017 crescono anche le microimprese attive nelle costruzioni (+1,1%) e le realtà legate alla manifattura artigiana (+0,4%).

“Fa piacere vedere un inizio di ripresa del settore delle costruzioni che ha vissuto, e comunque sta ancora vivendo, un momento difficile”, ha commentato Enrico Meini, Presidente della Confartigianato di Imperia.

“Tra le iniziative che stiamo portando avanti per dare impulso al comparto edile c’è il progetto ‘Qualità in Condominio’, realizzato in collaborazione con la Banca di Caraglio, per la riqualificazione dei condomini ed il relativo finanziamento agevolato. Positivi anche i riscontri derivanti dai nostri servizi di assistenza alle imprese, per i frontalieri che quotidianamente varcano il confine per andare a lavorare nella vicina Francia e a Monaco”.

Articolo precedente“Io, bagnino a Sanremo per pagarmi l’Università”
Articolo successivoSant’Erasmo, la processione raccontata in 40 secondi