Ormai una vera e propria tradizione, torna puntale, ogni due anni, la street art ad Imperia con il Writing Day, iniziato questa mattina e che si concluderà domani sera.

    L’evento che richiamata nomi noti nel panorama nazionale e internazionale è giunto alla sua sesta edizione e nasce dall’amore per i graffiti di Omar Peruzzi detto Olio.

    La jam si sta svolgendo in via Balestra, lungo l’argine del fiume Prino, a Porto Maurizio. Oltre 600 metri di muro da disegnare e colorare.

    “Il posto è perfetto per un evento di questo tipo: centinaia di metri su cui esprimere la nostra arte, siamo vicini al mare e vicini al campeggio che ospita gli artisti,” spiega Peruzzi.

    Oltre ad essere ideatore e organizzatore della manifestazione che sempre di più sta facendo parlare di sé, Peruzzi è anche uno dei pochi writer imperiesi. “Quest’anno è l’anniversario dei miei 20 anni da writer,” dice.

    Assieme a lui tanti volti noti della street art italiana: il milanese Fabio Weik, i genovesi Web3 e Blef, il savonese Katraman e molti altri.

    “Per Imperia questa è una bella occasione,” commenta Daniela Lauria, critica ed esperta d’arte imperiese. “La nostra città sempre di più ama questo genere di arte: un tempo mal vista, ma oggi riconosciuta ai più alti livelli,” conclude.