video
03:18

“La produzione è discreta, ma soprattutto c’è una buona domanda sul mercato”.  Questo il bilancio dell’inizio di stagione floricola 2022 fatto da Nico La Marca, imprenditore del settore con sede a Riva Ligure.

Nonostante la pandemia covid-19 e il generale aumento delle materie prime il mercato floricolo regge il colpo grazie a un’alta richiesta. Questo in sostanza quanto emerge dalle parole di La Marca che a Riviera Time spiega: “Sulle materie prime i rincari ci sono e ci sono stati e addirittura alcuni materiali sono diventati difficili da trovare. Parlo di ferro, vetro, ma anche le plastiche hanno avuto un rallentamento nelle produzioni e ne paghiamo le conseguenze a distanza di mesi. Il mercato del momento, come detto, ci permette di far fronte a un aumento di costi di produzione notevole. Sanremo come comparto floricolo del reciso tiene bene come richiesta e il prezzo rimane decisamente interessante”.

La Marca ripercorre poi i momenti complicati dell’inizio pandemia: “Due anni fa ci ha bloccato la produzione in toto – ricorda. Curiosamente poi abbiamo avuto una scorsa stagione sopra la media”.

Conclusione dedicata alle prospettive per l’anno appena iniziato: “Dico sempre che chi fa il nostro lavoro è un ottimista perché ci esponiamo a determinati rischi. Da questa stagione ci aspettiamo che sia buona almeno quanto la precedente”.