Sono arrivati in tutte le province i tamponi salivari che saranno utilizzati anche in Liguria per il monitoraggio del Covid-19 su base volontaria nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, in base al piano dell’Istituto Superiore di Sanità. In particolare, dopo la prima consegna i 650 tamponi immagazzinati presso l’Ospedale Policlinico San Martino e destinati all’area metropolitana di Genova, oggi sono stati consegnati altri 600 tamponi salivari, equamente divisi tra l’Asl1 per l’imperiese (200 tamponi), alla Asl2 per il savonese (200 tamponi) e alla Asl5 per la provincia spezzina (200 tamponi).

“Mancano ormai pochi giorni al suono della prima campanella – afferma il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti – e la Liguria è pronta per affrontare il nuovo anno scolastico in presenza e in sicurezza. Questo è l’obiettivo prioritario, garantire a tutti i nostri ragazzi di tornare alla normalità, in classe. Siamo pronti anche per utilizzare i tamponi salivari per monitorare la circolazione del virus tra i più piccoli nelle scuole elementari e medie, grazie a questo strumento meno invasivo rispetto ai tamponi normali e quindi più idoneo per i bambini”.

I tamponi saranno effettuati su base volontaria agli alunni delle fasce di età 6-11 anni e 12-14 anni nelle scuole che saranno individuate dalla Direzione scolastica regionale. In Liguria verranno eseguiti circa 1200 test salivari ogni 15 giorni. A processare i risultati saranno quattro laboratori individuati in Asl 1 all’ospedale di Sanremo, in Asl 2 all’ospedale di Savona, in area metropolitana all’Ospedale Policlinico San Martino e in Asl 5 all’ospedale Sant’Andrea della Spezia.

Articolo precedenteMessa in sicurezza del territorio, l’on. Di Muro: “28 milioni ai Comuni della provincia di Imperia dal Governo”
Articolo successivoSanremo: divieto di transito per lavori di asfaltatura in via Galilei, zona Polo Nord