valerio ferrari

Il sindaco di Terzorio Valerio Ferrari commenta la richiesta di avvio di un piano straordinario di investimenti per gli enti locali, promossa da ANCI e UPI.

“La ripartenza economica del paese non potrà fare a meno degli investimenti pubblici, in questo senso Città Metropolitane, Province e Comuni hanno dimostrato di essere le istituzioni più efficienti nello spendere risorse infatti, nel 2019, il 30% degli investimenti totali del settore Pubblico sono stati effettuati dagli Enti Locali. La proposta avanzata congiuntamente da Antonio Decaro, Sindaco di Bari e presidente dell’ANCI, e da Michele De Pascale, Sindaco di Ravenna e presidente dell’UPI, di far partire un grande piano di investimenti locali, utilizzando i miliardi non spesi per investimenti a livello centrale, oggi bloccati nei Ministeri e nelle grandi aziende di stato, risulta quanto mai sensata e necessaria. Diventa fondamentale, inoltre, l’attuazione legge “Realacci” per i piccoli comuni che, dal 2017 ad oggi, ha accantonato 85 milioni di euro destinati a quel 54% del territorio nazionale amministrato dai piccoli Comuni.

Gli investimenti territoriali sono fondamentali: ponti, viadotti, scuole e dissesto idrogeologico sono le opere che servono a cittadini e aiutano le imprese a far ripartire la nostra economia. Solo nel mio comune, Terzorio, partiranno a breve i primi tre cantieri per un valore di circa 100.000€, interamente finanziati con risorse proprie, e siamo a lavoro per approvare altri 4-5 progetti per ulteriori 150.000€, per la maggior parte con finanziamenti già disponibili, generando complessivamente investimenti per 250.000€, più di 1.000€ ad abitante. Noi Sindaci ci siamo, la ripartenza dell’Italia inizi dai territori”.

Articolo precedenteRifinanziato il bando di digitalizzazione per micro, piccole e medie imprese liguri con ulteriori 4,4 milioni
Articolo successivoCoronavirus: calano ancora i positivi in Liguria, ma aumentano i decessi