Il terremoto PUC a Sanremo si è abbattuto ieri sull’amministrazione Biancheri dopo l’articolo dei quotidiani locali nel quale si leggeva come la Regione avrebbe mosso al piano urbanistico ben 151 osservazioni.

Una problematica che farebbe slittare l’approvazione definitiva che era prevista per la metà dell’anno. Da notare anche i netti ritardi della Regione che avrebbe dovuto visionare e dare una risposta al Comune di Sanremo entro 90 giorni, ne sono passati 140.

Il sindaco Alberto Biancheri e il consigliere Franco Formaggini, che si sono occupati in prima persona della pratica, fanno sapere che la prossima settimana è in programma un incontro tra i tecnici della Regione, l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola e i tecnici del Comune per lavorare e risolvere le difficoltà sorte.

“Problematiche superabili,” tiene a precisare l’amministrazione che si è posta come obiettivo, in prima battuta, una verifica delle osservazioni fatte per capirne la natura e l’entità; e, in seconda battuta, un grande sforzo per sistemare il piano e portare a termine la pratica il prima possibile.

“È fondamentale andare avanti per la città e per tutto il comparto edile che aspetta il PUC da tempo,” commenta il sindaco Alberto Biancheri.