fognini - mager

E’ il sud della Spagna la terra promessa dei due migliori tennisti del ponente ligure. Sia Fabio Fognini che Gianluca Mager hanno scelto il torneo di Marbella, un Atp250, e non Cagliari in preparazione della lunga stagione sulla terra rossa europea.

A dire il vero, Mager quei campi li conosce bene. Come sta succedendo spesso nello sport in tempi di Covid, chi si prende la briga di organizzare un evento lo può anche ripetere a poca distanza di tempo se non addirittura consecutivamente. La famosa località turistica andalusa dopo aver organizzato un challenger, questa settimana post-pasquale alza l’asticella e mette in scena un torneo ‘250’ che propone due tennisti tra i primi venti al mondo quali sono Carreno-Busta (n.15) e Fognini (n.18).

La terza testa di serie è il 22enne norvegese Casper Ruud (n.26) che domani giocherà il suo ottavo di finale proprio contro Mager che sta attraversando un buon momento di forma culminato con la vittoria nel Challenger proprio a Marbella conquistata la domenica di Pasqua contro il padrone di casa Munar.

Grazie a quel successo, il sanremese Gianluca ha recuperato una decina di posizioni nel ranking risalendo sino al n.91 e soprattutto ha ritrovato la fiducia un po’ persa dopo la pausa forzata del primo lockdownche gli era costata oltre venti posizioni facendolo uscire dalla top 100 mondiale.

Fognini esordirà lo stesso giorno, cioè domani, proprio contro Jaime Munar voglioso di rivincita dopo essersi fatto scippare in rimonta il successo nel Challenger dal rappresentante del Circolo Tennis Sanremo il quale nel primo turno si è sbarazzato 7/5 6/3 dell’esperto kazako Kukushkin.

Articolo precedenteCovid, Bordighera: 60 i positivi a ieri sul territorio comunale
Articolo successivoCovid: da questa sera al via prenotazioni per le vaccinazioni a persone con disabilità